STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Io e lui sul camion!L'insegnante di ginnasticain trenoLa ragazza che non ti aspettiSCOPATE DIVINEquella voglia di Annadesiderio di teSon puttana e…me ne vanto……Donatella
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Io mia moglie e la sua amica.
Teresa l'amica di mia moglie Giovanna, si era separata da poco dal marito,lei aveva scoperto che Mario, il marito, aveva una relazione con una ragazza di 15 più giovane di lei e visto che Mario nonostante le promesse fatte non decideva di chiudere la storia, Teresa decise di separarsi.
Così nell'estate del 2005 essendo rimasta sola ci invitò a trascorrere le vacanze d'agosto nella sua villa in versilia.
Teresa era molto amareggiata,si sentiva tradita nell'intimo,ripeteva spesso che non si sarebbe mai aspettata di ricevere una delusione del genere da Mario, Lei lo aveva fatto ricco ,gli aveva dato la responsabilità delle sue attivività,certo era consapevole che Mario nel lavoro ci sapeva fare e che le aziende grazie a lui erano più floride che mai.
Ma come ripeteva spesso a mia moglie non poteva sopportare ancora di condividere con lui il matrimonio,quel tradimento così duraturo nel tempo non poteva sopportarlo oltre.
I primi giorni del ns soggiorno con Lei non è stato facile,Teresa cadeva di continuo in depressione,piangeva molto e mia moglie era sempre occupata con Lei a farle compagnia,le ripeteva di continuo "tu sei una bellissima donna, hai ancora 40 anni puoi rifarti una vita, i tuoi ragazzi ora sono grandi e capiranno.
Noi dormivamo nella stanza accanto a quella di Teresa e spesso durante la notte la sentivamo piangere, così mia moglie si alzava e andava a coricarsi accanto a lei per farle compagnia.
Un mattino mia moglie mi raccontò che durante la notte passata con Teresa, lei si era svegliata perchè sentiva di essere palpata, nel dormiveglia non realizzò subito che non ero io e perciò lasciò fare.
La mano la stava palpando sul seno, poi la sentì scivolare più in basso,si soffermò sulla fica,senti un dito entrare dentro,ormai sveglia realizzò che non si trovava accanto a me, quel dito non era il mio, ma fece finta di nulla, non le era mai accaduto di fare sesso con una donna e neanche ci aveva mai pensato, ma mi disse che era rimasta turbata perchè la cosa non la infastidi.
Ma quando si rese conto di quanto stava accadendo, si scostò da lei e fece finta di continuare a dormire,Teresa desistette dal proseguire e non ci fù seguito in quella notte.
Io trasecolai,con mia moglie io ho molta confidenza, ci raccontiamo tutto, ci piace essere complici, mi piace quando gli altri la guardano, lei è una bela donna, i suoi 42 li porta benissimo, ma non mi era mai passato per la testa che potesse essere bisex, tantomeno lei mi aveva mai confidato che le sarebbe piaciuto provare.
La cosa non mi dispiaccque affatto, anzi oltre ad avermi eccitato, mi sentivo ancora più appagato del rapporto che avevo con mia moglie, avevo capito in quel momento che tra noi due non vi erano segreti e questo era rassicurante per me.
Giovanna mi chiese se la cosa mi avesse infastidito, io risposi di no,anzi le risposi che la cosa mi eccitava e che avrei voluto che avesse un seguito.
Durante il giorno seguente non accadde nulla, Teresa fece finta di nulla e così anche mia moglie, la sera cenammo, guardammo un film in tele, poi uscimmo a prendere un gelato.
Era circa mezzanotte quando ci coricammo,io presi a pomiciare mia moglie, la sentii molto eccitata, le chiesi il perchè di tanta eccitazione e lei mi rispose che pensava a quanto accaduto la notte precedente.
Le dissi di aprire leggermente la porta della camera, così da far sentire a Teresa che stavamo scopando, lei accettò e l'aprì, poi continuammo a fare l'amore,il piacere la stava travolgendo e mi diceva si amore, si bravo,ancora, le stavo leccando la fica,a lei questo la manda in estasi più del cazzo,giovanna ha un clitoride molto pronunciato,quando è eccitata diventa durissimo e almeno di 2 cm,a me piace succhiarlo forte, stringerlo tra i denti, spompinarlo come fa una donna a un uomo.
Stavo facendo questo quando sentii dei passi felpati avvicinarsi,era Teresa si era fermata accanto alla porta, stava ascoltando e forse riusciva anche a vederci, dalla finestra filtrava il chiarore della luna, dentro la camera c'era abbastanza luce.
Dopo poco dalla porta accostata vidi Teresa sbirciare dentro la camera,intanto mia moglie stava godendo come una matta,io ero vicino all'orgasmo nonostante nonostante lei non mi avesse neanche sfiorato il cazzo, salii sopra a mia moglie,la infilzai, stavo aspettando che godesse lei per venire anche io, quando sentimmo i singhiozzi di Teresa.

Dovrò terminare la prossima volta.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 210): 6.21 Commenti (2)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10