STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Iniziazione al PissingIn OspedaleEstate 2001L’AMICA DI MIA MOGLIEla prima volta che ho tradito Marcosorellaviaggio in treno con sorpresa all'arrivociò provato in treno...da davide
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Luigi
Ero stata a Cosenza per una settimana, mia madre mi aveva praticamente costretta ad andare per assistere una sua cugina che viveva da sola e si era ammalata.
Per fortuna adesso stavo tornando a casa. Il treno sarebbe partito alle dieci di sera, ed il viaggio sarebbe durato tutta la notte, mi era vestita con una maglietta ampia e leggera e una minigonna larga di stoffa fine.
Salii sul treno e purtroppo mi accorsi che era già pieno. “Accidenti” mi dissi “ci mancherebbe di fare il viaggio in piedi”.
Vagai per il corridoio guardando tra i vari scompartimenti ad otto posti in cerca di un posticino dove mettermi; finalmente in uno scompartimento occupato da sette ragazzi in divisa militare vidi un sedile vuoto, entrai e chiesi ai ragazzi se fosse libero, loro mi risposero subito di si e liberarono il sedile da alcuni oggetti che vi avevano appoggiato.
All’inizio i militari si limitarono a sbirciarmi le cosce che la minigonna lasciava molto scoperte, poi iniziarono a fare delle battutine sempre più spinte, io da parte mia ero divertita ed eccitata da quella situazione, nel frattempo era ormai passata la mezzanotte e sul treno quasi tutti dormivano ed il controllore era già passato, quindi pensai che si poteva spingere il gioco anche un po’ oltre.
Quando uno dei ragazzi incoraggiato anche dalle mie risposte disinibite ai suoi complimenti spinti disse: “ se fossimo altrove ti farei vedere io cosa ti farei.”
Io non perdetti l’occasione e risposi “cosa mi faresti? Tutto quello che potresti fare in un altro posto puoi farlo anche qui, oppure ti vergogni?” i suoi compagni si misero a ridere sfottendolo.
Allora io calcai la mano “cosa c’è sei uno tutto parole e niente fatti? Hai bisogno di un incoraggiamento?” dicendo questo sollevai la ,minigonna mi sfilai le mutandine e le riposi nella borsa.
Alla vista di questo il ragazzo si alzò e chiuse le tendine dello scompartimento. Poi mi venne davanti si inginocchiò e tuffò la testa tra le mie cosce iniziando a leccarmi la figa, subito i suoi compagni mi furono addosso, chi mi strusciava le cosce chi le tette, in un attimo fui tutta nuda distesa su di loro che mi palpavano e mi infilavano le mani da tutte le parti.
Ad un tratto mi sentii un cazzo in bocca, iniziai a fare un bellissimo pompino al ragazzo mentre un altro prese a scoparmi nella figa e qualcuno mi infilava le dita nel culo, gli altri mi palpavano ovunque.
Per ore a turno tutti mi scoparono nella figa, nel culo ed in bocca; soltanto alle primo luci del giorno si calmarono e spossati si lasciarono cadere sui sedili dormendo.
Io mi rivestii ed a mia volta mi addormentai.
Nel corso della mattinata quando mi risveglia ero stanca e stordita, subito mi tornò alla mente cosa era accaduto durante la notte, mi guardai intorno ma dei militari non c’era più traccia erano discesi ad una delle stazioni precedenti mentre io dormivo. Per alcuni istanti dubitai di aver sognato tutto, ma poi controllando sentii che avevo le cosce ed il culo tutti coperti di sborra; non avevo sognato era tutto vero. Ero stata scopata almeno una ventina di volta i ragazzi avevano approfittato alla grande di quella imprevista occasione facendosene almeno tre a testa.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 12): 5.58 Commenti (2)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10