STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
LA DONNA DEL MISTEROPuttana a pagamento per la prima voltaAvventura in cella.Con mio suocero volume 2La madre del mio amicoSCOPANDO LARA LA SORELLA DELLA MIA RAGAZZA.Esperienza extraconiugalela cuginetta NIKLA
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

voglie all'universitÓ
ciao, mi chiamo Sabrina e voglio raccontarvi la mia storia! Ho 22 anni, sono bionda, riccia, alta 1.62, magra, e come capirete dopo... mi piaccio! Sono fidanzata da un anno e tre mesi e credo di essere molto innamorata, lui è il mio primo vero ragazzo, perchè ho sempre aspettato il principe azzurro. Quest'estate mi ha portata in vacanza a settembre, aveva le ferie solo in quel momento, in crociera per le isole della grecia, è stato molto romantico e quando sono tornata pensavo di non poter essere più innamorata, invece...
Dopo poco che siamo tornati ho iniziato di nuovo a frequentare i corsi all'università, (studio lingue) e ho rivisto tutti i miei compagni di corso, quasi tutte ragazze (a lingue ci sono pochissimi ragazzi, non sanno cosa si perdono!) e anche l'unico mio amico maschio dell'università, Fabio. Premetto che Fabio è proprio bruttino, il tipico ragazzo che gli altri ragazzi prendono in giro, mai stato fidanzato, mai stato con una ragazza. E' alto più o meno come me, grassottello, con gli occhiali tondi che gli danno un espressione ancora più tonta, è sempre sudaticcio e veste in modo orribile. Però quando l'ho rivisto mi è scattato in mente qualcosa, ho iniziato a fare la scemetta con lui, provocandolo continuamente. All'inizio gli facevo dei complimenti o su come era vestito o sui suoi muscoli (ovviamente prendendolo in giro, ma lui non capiva), e ho iniziato a toccarlo, per sentire i suoi bicipiti e per mettergli a posto la camicia, poi vedendo che non rimaneva proprio indifferente mi sono fatta più audace, ho iniziato a coccolarlo, abbracciarlo e a dargli dei bacini sulle guance che lo facevano arrossire molto. Ogni volta mi dava più soddisfazione e piano piano non riuscivo a fare a meno di fare sempre un passettino in più, perchè non mi ero mai sentita così desiderata nemmeno con il mio ragazzo. Si vedeva benissimo che anche a lui piaceva. Le mie amiche si sono accorte di tutto, mi hanno chiesto perchè faccio così con lui che è veramente troppo brutto, ma io ho sempre negato dicendo che non mi piace (ed è vero) e che faccio così con tutti i miei amici (ed è falso), comunque per me il gioco stava tutto lì e rimaneva sempre innocente. Ma una volta una mia amica per scherzo mi ha detto: "smetti che lui poi non ce la fa più e quando va a casa, pensa a te e si fa una sega!". Mi ha aperto un orizzonte a cui non avevo mai pensato, io ho fatto sesso la prima volta solo un anno fa e sono ancora un pò più ingenua delle ragazze della mia età, quando ho realizzato che quello che mi aveva detto poteva essere vero mi sono eccitata tantissimo. Il giorno dopo senza nemmeno pensarci mi sono vestita più sexy e mi sono truccata di più, ero davvero carina e poi sono corsa in facoltà per vedere la reazione di Fabio. Quando mi ha vista non ha avuto reazioni particolati e ci sono rimasta male, volevo stupirlo, eccitarlo, immaginarlo a masturbarsi pensando a me e non ci sono riuscita, mi sono detta "ora ti sistemo io!". Dopo lezione ho chiesto a Fabio di accompagnarmi al ricevimento della professoressa di francese, lui ha ovviamente accettato, siamo arrivati nell'ufficio della professoressa e io mi sono seduta alla scrivania, mentre per Fabio non c'erano sedie perciò stava in piedi poco dietro. Subito prima di sedermi mi sono abbassata il più possibile i jeans in modo che appena mi sono seduta il mio perizoma ha fatto subito capolino, mi sono girata verso Fabio ma quel dormiglione non si era accorto di nulla. Così ho chiesto i chiarimenti che mi servivano alla professoressa, senza più pensare a lui. Quando però ho finito con lei, mi sono nuovamente girata e ho visto Fabio che mi fissava proprio il culetto! Che tonto, si vedeva lontano un miglio dove guardava... gli altri ragazzi lo fanno che più disinvoltura, anche se noi ce ne accorgiamo lo stesso! capito?
Comunque ne ero felice, avevo trovato una carta da giocarmi. Nei giorni seguenti ho sempre rifatto questo giochetto del perizoma e lui non perdeva occasione per fissarmi, ma non faceva altro, dopo pochi giorni non mi eccitava più come prima, avevo bisogno di qualcosa di più. Così una volta mentre lui fissava in adorazione il mio perizoma gli ho detto: "Fabio, ma che stai guardando?", lui è arrossito tantissimo ed è rimasto senza parole, mi sono subito tirata su i jeans facendo la finta offesa, poi finita lezione, fuori dalla classe, mentre camminavamo nel corridoio, gli ho detto "allora, ne hai visti un pò, quale ti piace di più?", lui mi ha risposto "Cosa?", io "Dai Fabio mi sono accorta che mi guardi sempre lì e sembri affascinato dalle mie mutandine, quale ti piacciono di più?", lui è nuovamente arrossito, ha cominciato a balbettare qualcosa e a sudare... era questo che volevo! ero eccitatissima, forse anche più di lui e sentivo che stavo perdendo il controllo, poi è riuscito a dire "que-que-quelle di oggi", (quel giorno avevo un perizoma nero di quelli che dietro sono fatti solo con due laccetti che si congiungono in una specie di T mentre davanti è sempre nero ma praticamente trasparente) io di getto ho continuato "sicuro?", lui "si!". In quel momento non sò cosa mi è scattato dentro ma gli ho preso la mano e l'ho trascinato dietro di me fino al bagno delle ragazze, poi dentro uno dei bagni, ho chiuso la porta e gli ho detto "non ti va di vederlo meglio?" lui era pietrificato! Così ho preso io l'iniziativa, ho chiuso il water e l'ho fatto sedere lì sopra, poi mi sono girata di spalle e mi sono sganciata il bottone dei jeans, mi sono di nuovo girata a guardarlo e aveva un espressione troppo idiota! ho abbassato la zip e piano piano ho iniziato a abbassare anche i pantaloni, molto lentamente. Lo guardavo ed era lì come in estasi che mi guardava con la bocca aperta e la fronte sempre più sudata... ho lasciato cadere giu i miei jeans e gli ho detto "allora, ti piace?" lui è riuscito solo a annuire! io ho abbassato lo sguardo e ho visto che, dal suo brutto trainig di acetato che andava di moda quando eravamo alle scuole medie, si stava eccitando moltissimo anche sotto! insomma avete capito, ce l'aveva duro! Ho sentito come una vampata di calore, mi sono girata e lui ha strabuzzato gli occhi, il mio perizoma quasi trasparente lasciava vedere tutto e penso che fosse la prima volta che ne vedeva una... Ero troppo eccitata e non sono riuscita più a capire cosa stavo facendo, mi sono avvicinata e ho iniziato a accarezzargli il coso da sopra il trainig, lui mi guardava e rimaneva immobile... così l'ho fatto alzare in piedi lui era ancora immobile, gli ho preso le mani e le ho messo sul mio culetto, lui mi guardava in silenzio... allora ho preso coraggio e gli ho abbassato i pantaloni fino alle caviglie, aveva un paio di boxer larghi da cinquantenne con una fantasia a ferri di cavallo (troppo tristi), ma in quel momento non mi importava, gli ho abbassato anche quelli e mentre scendevo ho visto il suo coso... non molto grande, anzi molto più piccolo di quello del mio ragazzo, sono rimasta qualche secondo giù a testa bassa per non ridere, poi ho alzato gli occhi e l'ho visto che mi guardava, l'ho fatto di nuovo sedere e senza rialzarmi gli ho preso in mano il coso, ho fatto qualche volta su e giu guardandolo negli occhio con la mia espressione più porca, poi ho avvicinato la faccia e l'ho preso in bocca, aveva un sapore strano, anzi puzzava un pò, ma in quel momento non mi importava niente, ero lì a occhi chiusi e stavo cercando di fare del mio meglio.
Poco dopo, penso anche meno di un minuto dopo lui ha borbottato qualcosa, ho fatto appena in tempo ad aprire gli occhi per vedere cosa stava succedendo che lui è arrivato, io ho continuato a succhiare fino alla fine poi mi sono rialzata di scatto, mi sono tirata su i pantaloni e sono scappata fuori dal bagno lasciandolo lì, seduto sulla tazza, con i pantaloni e quei brutti boxer alle caviglie.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 229): 6.91 Commenti (14)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10